Intro_2.jpg

Fa caldo3Tra bufere di vento e bombe d’acqua l’estate è finalmente arrivata. E, come ogni anno, una delle priorità è la tutela dei soggetti più esposti ai rischi della stagione estiva: bambini, anziani, ma anche cani e gatti delle nostre case, che rischiano ripercussioni, anche pesanti, del troppo caldo sul loro stato di salute e benessere generale.

Per questo, notiziari, giornali e siti web, ma anche associazioni di categoria (ANMVI in testa), allertano sui pericoli estivi per gli animali da compagnia e, soprattutto, dispensano consigli e regole per tutelarli dai danni dell’afa e del caldo, e consentire loro di trascorrere un’estate “buona e sicura” accanto a noi. 
In testa ai pericoli c’è sicuramente il colpo di calore. Cani e gatti, infatti, non sudano, né tantomeno abbracciano gli alberi più freddi per regolare, come fanno i koala, la loro temperatura corporea. Spetta, dunque, a noi mettere in atto alcuni accorgimenti per proteggerli dal caldo eccessivo: non uscire in passeggiata nelle ore più afose; farli bere molto; non dimenticarli chiusi in macchina sotto il sole; tenerli in recinti adeguatamente ombreggiati e dotati di abbondante acqua fresca potabile; dotarsi di borsa frigo contenente impacchi freddi, per tamponare fin da subito segni di sofferenza, che, specie nelle razze a muso schiacciato (brachicefale) come boxer, shih-tzu, carlini e pechinesi, possono essere particolarmente gravi, causa le loro difficoltà respiratorie; calibrare, infine, l’esposizione alla luce solare, per evitare danni diretti alla cute (scottature, dermatiti), ma anche le loro potenziali evoluzioni cancerogene (es. emangiomi).
In estate, vale altresì una scrupolosa e regolare cura della cute e del mantello: metodo certo per tenere a bada le infestazioni da parassiti, ridurre il rischio di riacutizzazioni allergiche e mantenere idratata la pelle, proteggendola dalle alte temperature o dagli stress della “vita da spiaggia”.
Occhio anche all’alimentazione che, come per noi, deve essere leggera ed equilibrata. Attenzione poi ai gelati (il cioccolato, ad esempio, è tossico per gli animali) e ai cibi crudi, che in estate hanno maggiori probabilità di essere contaminati da organismi potenzialmente dannosi per la nostra salute, ma anche per quella di cani e gatti.
Da non dimenticare, infine, di organizzare al meglio la vacanza ai nostri amici a 4 zampe, informandosi per tempo sulle strutture (alberghi, campeggi, spiagge) dove gli animali sono i benvenuti, e controllando prima della partenza il loro stato di salute, vaccinazioni comprese.
Nell’era di Internet non ci sono più scuse. Con un semplice clic del computer possiamo informarci su tutto e goderci in sicurezza e tranquillità le nostre ferie d’estate, non lasciando a casa (o peggio ancora per strada) i nostri compagni d’avventura.

(Innovet News)