Intro_2.jpg

stray-dog-food-vending-machine-recycling-pugedon-1013LOTTA AL RANDAGISMO: L’APPELLO DEI MEDICI VETERINARI

Milano, 7 luglio 2016. Arriva dall’Ordine dei Medici Veterinari di Milano e provincia un appello ai proprietari di animali d’affezione per scoraggiare l’abbandono dei pets e sensibilizzare sulle conseguenze di tale gesto. L’abbandono di animale, oltre a costituire un reato in base alla legge 189/2004, è una delle principali cause del randagismo, fenomeno che ha un forte impatto sia sull’animale sia sulla comunità. La Regione Lombardia ricovera nei canili pubblici (sanitari e rifugi) circa 4000 animali tra cani e gatti ad un costo stimato di 1500€ all’anno per esemplare, escludendo i costi di cattura e assistenza sanitaria, per una spesa totale di 6.000.000 di euro.

Leggi tutto: Lotta al randagismo 2016: ci risiamo!

CiboCon la quasi totalità (92%) dei campioni risultati irregolari per la presenza di residui chimici sono i broccoli provenienti dalla Cina il prodotto alimentare meno sicuro, ma a preoccupare è anche il prezzemolo del Vietnam con il 78% di irregolarità e il basilico dall’India che è fuori norma in ben 6 casi su 10. E’ quanto emerge dalla “Black list dei cibi piu’ contaminati” presentata dalla Coldiretti, sulla base delle analisi condotte dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) nel Rapporto 2015 sui Residui dei Fitosanitari in Europa, al Palabarbuto di Napoli in occasione della mobilitazione di migliaia di agricoltori italiani con i trattori a difesa della dieta mediterranea.

Leggi tutto: Per noi e per loro..... attenzione

TrafficoL’Ordine dei Medici Veterinari di Milano lancia un appello in vista del Natale per l’acquisto consapevole di cuccioli, spesso vittime di un mercato illegale in continua crescita                                                                                                       

Il Natale fa registrare ogni anno un sensibile aumento nelle vendite di cuccioli di cane e gatto, spesso vittime di un traffico illegale e sprovvisti di documentazione o dotati di documenti falsi. I piccoli animali d’affezione, prodotti in vere e proprie “fabbriche intensive” nei paesi dell’Est europeo, vengono acquistati a pochi euro e rivenduti in Italia a cifre che possono toccare i 1500€, a seconda della razza.

Leggi tutto: Cautela nell'acquisto del cane

ParassitiUna riprova di quanto, da anni, dico durante le mie visite ambulatoriali.

Zanzare, pulci e zecche, stanno diventando sempre più insidiose. Crescono i fattori di rischio che il Medico Veterinario deve valutare: condizioni climatiche ed ambientali, stili di vita, nuovi vettori. La protezione antiparassitaria è consigliabile tutto l'anno. Campagna ANMVI-SIDEV-ESCCAP. 

Leggi tutto: La conferma arriva sempre..

Cane anziano2L’invecchiamento si associa a una disregolazione del calcio intracellulare e può correlarsi alla sindrome della disfunzione cognitiva nel cane. Uno studio ha esaminato l’efficacia dell’apoaequorina, una proteina legante il calcio, nella modificazione del declino cognitivo dei Beagle anziani in due studi separati.

Leggi tutto: Cane anziano...un aiutino !

CanietasseProposta del Consorzio dei Comuni della provincia di Bolzano: una tassa per finanziare la manutenzione delle aree cani o la fornitura pubblica di sacchetti per le deiezioni. 
Immediate le proteste e le reazioni. Manuela Mescalchin, portavoce di UGDA, il Comitato Ufficio Garante per i Diritti degli Animali, avverte che una tassa del genere rischia di ritorcersi sulle casse comunali per il rischio che i cani vengano consegnati ai canili da quei proprietari che non vogliono sentir parlare di tasse. Al quotidiano “Alto Adige” la Mescalchin ha dichiarato:  “Pensiamo a cosa può voler dire chiedere 50 euro a cane per chi ne ha diversi. Ci sono altri modi per fare cassa in questo settore”, ha quindi proseguito la Mescalchin che suggerisce di “cominciare davvero a punire i proprietari che non puliscono i bisogni dei loro cani”.

Leggi tutto: Severità in Alto Adige.... e poi?