Intro_2.jpg

Con un nuovo orientamento la Cassazione Penale chiarisce che non c'è appropriazione indebita da parte chi "adotta" un "randagino" senza nessun segno di riconoscimento e non registrato in anagrafe. 

I giudici hanno così contraddetto sia il Giudice di Pace di Varazze che il Tribunale di Savona che avevano inflitto una multa di 1.200 euro (ai sensi dell'articolo 647 del Codice Penale*).

Leggi tutto: Il cane senza microchip è di chi lo trova !!

Il 5 ottobre la Corte di Cassazione ha confermato la responsabilità di un donna che portava a passeggio senza museruola un Akita Inu: il cane aveva aggredito alle spalle uno Schnauzer nano nel pieno centro di Courmayeur, provocando lesioni al proprietario, intervenuto "con le nude mani" per tentare di salvare la vita al cagnolino.

Il proprietario dello Schnauzer nano aveva infatti cercato di separare gli animali, ma era stato azzannato dall'Akita Inu con conseguente asportazione di una falange.

Leggi tutto: L'aggressività non è mai imprevedibile...

Legare il cane a una catena troppo corta in un ambiente insalubre per l’animale è reato. Così si è espressa la corte di Cassazione, sezione Penale, con la sentenza del 6 luglio u.s., confermando la condanna a 5mila euro di multa comminata ad un uomo di Mondovì resosi responsabile di tenere i suoi cani legati a una catena troppo corta, annodata a mezzi in disuso e senza protezione, in un ambiente fangoso contaminato dalla presenza di rifiuti.
Per i giudici in ermellino, la fattispecie di maltrattamento di animali (C.p. art. 544-ter) “configura un reato a dolo specifico nel caso in cui la condotta lesiva dell'integrità e della vita dell'animale è tenuta per crudeltà, mentre configura un reato a dolo generico quando la condotta è tenuta senza necessità".

Nel caso in esame, la Cassazione ha confermato la condanna nel senso del dolo specifico per crudeltà: le menomazioni di salute erano temporanee e non c'erano le condizioni per ritenere che la condizione di maltrattamento fosse indotta da altre circostanze di rango superiore (evitare un pericolo, evitare un danno a cose o persone).

Ai primi di luglio, i lupi hanno colpito in Valle Stura (4 pecore uccise) e in Val Pellice (morti 3 capi), un branco ha attaccato un allevamento di capre nel comune di Oncino, causando la perdita di 16 capi tra animali morti, feriti e dispersi, nel comune di Sant'Anna di Bellino; in totale sono morte 59 pecore. A preoccupare chi segue e studia il fenomeno della predazione è l'altitudine: i lupi, in occasione di quest'ultimo episodio, sono entrati in azione a circa 2.500 metri, probabilmente spinti dal caldo che contraddistingue il periodo e dalla ricerca di cibo.

Leggi tutto: Chi l'avrebbe mai detto, abbattiamo i lupi...

Gatto ritrovato nel trasportino in un bagno dell'Aeroporto di Linate da un'inserviente dello scalo. Il suo padrone probabilmente pensava di poterlo imbarcare con sè, ma quando si è sentito dire che mancava la documentazione sanitaria ha preferito abbandonarlo piuttosto che rinunciare al viaggio. Lo riferisce oggi il quotidiano Libero in un articolo che accusa la "burocrazia bestiale".

"Tutto questo poteva essere evitato - scrive l'articolista- se all'aeroporto invece di dire «il gatto non può salire a bordo», avessero chiamato il veterinario (dovrebbe essere presente in ogni aeroporto) per capire se esistevano reali motivazioni per impedire al compagno a quattro zampe di seguire il proprio padrone".

Leggi tutto: Basterebbe un Veterinario libero professionista ...