Intro_2.jpg

wds2015Agli espositori dei soggetti appartenenti alle razze canine per le quali lo standard FCI prevede ancora la possibilità del taglio delle orecchie si ricorda l’obbligo di portare all’ingresso della manifestazione documento originale veterinario attestante che la conchectomia, se praticata sul cane, è stata effettuata per motivi curativi.

Copia di detto certificato dovrà essere consegnata all’ingresso accompagnato da eventuale traduzione. Il certificato è obbligatorio per l’ingresso alla manifestazione. Tale disposizione è in vigore per cani allevati e di proprietà di persone residenti in Italia e in tutti gli altri Paesi che hanno ratificato la Convenzione Europea per la protezione degli animali da compagnia (13.11.1987 – Strasburgo). Si prenderà in considerazione la data di entrata in vigore della Convenzione.

I Paesi per i quali è in vigore il divieto alla conchectomia sono:

  • Austria (dal 1-3-2000)
  • Belgio (dal 1-7-1992
  • Bulgaria (dal 1-2-2005)
  • Cipro (dal 1-7-1994)
  • Danimarca (dal 1-5-1993)
  • Finlandia (dal 1-7-1992)
  • Francia (dal 1-5-2004)
  • Germania (dal 1-5-1992)
  • Grecia (dal 1-11-1992)
  • Italia (dal 1-11-2011)
  • Lettonia (dal 1-5-2011)
  • Lituania (dal 1-12-2004)
  • Lussemburgo (dal 1-5-1992)
  • Norvegia (dal 1-5-1992)
  • Portogallo (dal 1-1-1994)
  • Republica Ceca (dal 1-4-1999)
  • Romania (dal 1-3-2005)
  • Serbia (dal 1-7-2011)
  • Svezia (dal 1-5-1992)
  • Svizzera (dal 1-6-1994)
  • Turchia (dal 1-6-2004)
  • Ucraina (dal 1-8-2014)